25 Ottobre 2020
news
percorso: Home > news > pisa
www.lupipallavolo.sitoper.it

zanini apre alla sfida con padova: "importante ma non decisiva"

14-01-2006 - pisa
"Stanno giocando bene,sarà partita vera e le sfide a me piacciono".

Chi parla è Emanuele Zanini l´allenatore della Codyeco Lupi, matricola dell´A1, in vista del big match interno contro la Giotto Padova.

"La gara contro Padova è importante - dice il coach mantovano - ma non è decisiva".

C´è il tempo di commentare il percorso dei Lupi: "Un bilancio finora positivo - dice Zanini - siamo una matricola, e con un budget limitato abbiamo fatto alcune scommesse: vorrei citare il nostro libero Francesco Pieri, Guillermo Falasca, Martins Wallace e Faustino Idi, e anche il regista Frank Dehne. Erano tutte novità in A1. Cantagalli, Held e Tomalino sono i più esperti. Questo mix non era facile da assemblare e tuttora ci stiamo lavorando sopra, la strada è ancora lunga. Ma i giocatori questo lo sanno".

L´arrivo di Zanini a S.Croce in Toscana: "Potevo rimanere a Innbruck, avrei giocato la Coppa Campioni, chiedevo però una squadra competitiva, ho preferito tornare in Italia. A S.Croce? Perchè no, mi sono detto, tra l´altro la Toscana è una splendida regione, e l´ho sempre amata. Non ho avuto il tempo di visitare tutto, ma intanto con la famiglia ho visto Firenze, Pisa e Siena. E´ stato un primo assaggio e poi verrà il resto perchè qua è tutto da vedere, qui in Toscana l´arte e la cultura si coniugano bene".

E Zanini che fa anche della lettura il suo buon relax, ha fatto di più in un altro settore quello nel campo della solidarietà: ha portato la squadra della Codyeco Lupi a visitare un centro per disabili nella zona del comprensorio del cuoio. Con le "multe" e una rapida raccolta di fondi ha fatto portare a questo centro denominato Casa Verde, doni, gagliardetti e un pallone di volley firmato dai giocatori. Altra iniziativa; la squadra santacrocese assieme al Padova scenderanno in campo nel preriscaldamento con una maglietta che inviterà alla donazione del sangue. Insomma non solo volley nelle intenzioni di Emanuele Zanini. Ma poi si torna a parlare di volley con il tecnico mantovano e dell´A: "La classifica finora è vera e rispecchia i valori in campo.Treviso merita la prima posizione. Forse da Perugia e Montichiari ci si poteva aspettare di più. Tutte le altre squadre sono nella posizione come ci si attendeva".

Resta da chiedere a Zanini chi sono per lui i giocatori emergenti di questa prima fase del campionato: "Mi balzano in mente subito alcuni nomi. Murilo della Vibo ad esempio, e per gli emergenti ancora giovani, ci metto i miei Idi, Wallace e Pieri che è il libero più giovane d´Italia (è del 1982). Ma aggiungo anche Murek del Modena e Veres del Padova."

Fonte: Franco Polidori

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy per www.volleytoscana.it
torna indietro leggi Privacy Policy per www.volleytoscana.it  obbligatorio